Before you know I will be waiting all awake

Le giornate iniziano a rilento. Il sole è bagliore invisibile nella nebbia, si spande come infezione sopra le case, sotto le nuvole. La città, distesa nella valle, quasi scompare: uno skyline azzurrato, finestre che luccicano come pezzi di vetro abbandonati nella sabbia. Le foglie caduche sembrano sorgere anch’esse, maturare come frutti e poi lasciare per sempre i rami, lanciandosi nel vuoto. E potrei continuare a raccontarti di quanto tutto questo mi sia estraneo e familiare allo stesso tempo. Il veleno dell’autunno è malinconia feroce, segnali precoci di un’ipotermia devastante che sbranerà tutto in rapidi morsi. E poi il silenzio, i suoni sempre più lontani, sempre più attutiti, un isolamento crescente. E in questo isolamento ormai costruisco la mia identità, è ciò che mi assomiglia di più, ciò che sento più affine.
Come i ragni tesso piani impossibili, li costruisco senza far rumore, quasi dal nulla e mi posiziono al centro, immobile, in attesa. Io ti sento arrivare quando il movimento è ancora un’idea nella tua mente.

Tagged , , , , , , ,

15 thoughts on “Before you know I will be waiting all awake

  1. Wish aka Max says:

    Benvenuta nel buco… ma portati dietro un’estremità di questa cordicella. Mi era stata offerta da elisa, e te la giro. Quando hai bisogno, dai uno strappetto. E ti tiro fuori in un lampo.

    • Quello che temo è che il buco non sia un mio spazio mentale quanto la mia realtà. Davvero mi costruisco l’isolamento intorno, so che non è una soluzione temporanea, sono destinata a diventare una di quei vecchi pazzi e soli, che parlano da soli e imprecano contro il giorno e la notte. Sono un adorabile donnino, savasandir.

    • el says:

      di cordicella ce n’è per tutti e vale per qualsiasi tipo di vuoto, mentale o reale. anche per chi come la Biancaneve ha problemi di orari, appuntamenti e si perde spesso nelle dimensioni. insomma, perdiamoci pure ed isoliamoci ogni tanto ma con la consapevolezza di poter essere salvati. amici vi abbraccio, al solito

  2. We barely remember who or what came before this precious moment,
    We are choosing to be here right now. Hold on, stay inside
    This holy reality, this holy experience.
    Choosing to be here in

    This body. This body holding me. Be my reminder here that I am not alone in
    This body, this body holding me, feeling eternal
    All this pain is an illusion.

    Alive, I

    In this holy reality, in this holy experience. Choosing to be here in

    This body. This body holding me. Be my reminder here that I am not alone in
    This body, this body holding me, feeling eternal
    All this pain is an illusion.

    Twirling round with this familiar parable.
    Spinning, weaving round each new experience.
    Recognize this as a holy gift and celebrate this chance to be alive and breathing.

    This body holding me reminds me of my own mortality.
    Embrace this moment. Remember. we are eternal.
    all this pain is an illusion.

    grande grande canzone.

    ps. parla di ragni ancora una volta e ti confinerò nell’angolo più recondito del cyberspazio.
    brr

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: