Carne e sangue

A volte mi ritrovo a cercare chi non c’è più: numeri in rubrica, soprannomi consegnati in attimi lontani nel tempo, ricordi sfumati, dettagli; percorrere luoghi che sono stati, che ho vissuto, adorato e maledetto; e poi
lettere e regali, petali asciutti, inchiostri stinti.
Non è nostalgia, malinconia, non è voglia di ripetere, di rivivere; ciò che è stato non è più, ciò che si è fermato lungo la strada non può più raggiungermi. Ma è stato, l’ho conservato, amato e protetto e finché vivrò esisterà con me, resterà con me, come pelle, come carne e come sangue.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: