la Corsa ad ostacoli

Nella vita ho imparato ad abbandonare, a lasciare andare, a tagliare vizi, bisogni, coccole, ho imparato a stringere i denti, a non perdere le speranze, a non perdere il controllo. Ho imparato o almeno ho fatto tutto ciò che ho potuto per rialzarmi, lottare, sperare. Ma la realtà è che qualcosa di me ho perso lungo la strada, a furia di ridurmi all’osso non mi ricordo più cosa mi piaccia, cosa mi renda felice. Mi rifugio nel lavoro per sentirmi utile e non pensare eppure mi chiedo in continuazione :”per cosa vivevo prima di iniziare a sopravvivere? Cosa mi faceva arrabbiare? Cosa mi mandava in deliquio?”. Non lo ricordo, non me lo ricordo più e sempre più spesso mi rendo conto che cercare di superare la vita è rimasta l’unica ragione di vita.

Tagged

3 thoughts on “la Corsa ad ostacoli

  1. Topper says:

    È che superare la vita non è possibile, non ce ne rendiamo conto.

  2. Black says:

    Perchè poi, se ci si ferma, si viene inghiottiti. E allora è meglio lottare e correre. Ma per farlo bisogna alleggerirsi dei ricordi di chi eravamo.

    Ti lascio un soffio. A lenire le ferite.
    Tua, Black.
    Sempre.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: