R/esistere

Ogni giorno faccio mille piccoli errori. Come aprire gli occhi a quest’ora e non chiuderli immediatamente. Come scivolare in cucina e, MIODDIO, mangiare un biscotto. E poi un altro. E poi un altro. Una scorpacciata di biscotti alle 3 del mattino che si fermeranno sul culo, sulle cosce, che sono sempre state lisce ed ora invece appaiono increspate da piccoli avvallamenti e penso ” cazzo, sto invecchiando” e non posso farci niente. E finire un libro e desiderarlo infinito e rendersi conto di quanto sia difficile, ora, leggere qualcosa che mi tocchi nel profondo, come fosse ormai irraggiungibile quello strato di me più sensibile, quello che trema e si commuove e avvampa. Chissà se è questa la maturità: diventare pian piano delle testuggini, invulnerabili al mondo, sempre più al sicuro dagli attacchi, sempre più lontano dal mondo. E come la voglia di raccontarsi, sentire talvolta l’urgenza di far fuoriuscire un rigurgito di parole e pensieri e soprattutto paure, per poi tornare placida sotto le coltri della resistenza.

2 thoughts on “R/esistere

  1. 6was9 says:

    Scrivi cose belle.

  2. Eli says:

    Mi piace il tuo modo di scrivere, vagamente decadente. Sulla mancanza di letture che tocchino nel profondo ti capisco: sono anni che cerco e cerco. Se non l’hai già letto, mi permetto di consigliarti Alla ricerca del tempo perduto di Proust. Più di tremila pagine, dense e meravigliose.🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: