Vuoto truccato

La voragine avanza e tu stai lì, aggrappato a scampoli di speranze, come se dal nulla potesse materializzarsi la chiave di tutto. Gratti, imprechi, ti danni, ma non cambia nulla; ti rannicchi, cerchi di sparire ma non puoi; speri si fermi, si concluda, speri che come gli esseri viventi prima o puoi muoia; Invece, più la tua paura si ingigantisce più lei avanza, ingloba, consuma. Ed infine la voragine ti prende ma non sprofondi giù come ti aspettavi: diventi voragine, ti mangia a poco a poco, ti mastica e ti resta l’implacabile destino di guardare e sentire, sanguinare respirando. La voragine e l’abisso hanno la tua faccia, le tue vene, la tua pelle; hanno il tuo odore e i tuoi occhi. Nessuno le vede attraverso te, nessuno capisce che ciò che dici è solo l’eco in risposta a ciò che senti, quello che cerchi di afferrare rotola giù nei tuoi fondali e senti solo il tonfo sordo di quando arriva giù. E piano piano rotoli giù anche tu, un pezzo alla volta, un respiro alla volta, un sogno alla volta, un ricordo. Diventi oggetto che prima o poi precipiterà nel fondo di altri simili abissi.

Siamo nulla che avanza, susseguirsi di invenzioni, creiamo illusioni, le vestiamo, imbellettiamo, le spingiamo avanti, diciamo “io sono questo, amatemi”, con la presunzione e l’arroganza che le nostre bugie valgano più delle altre. Se il demonio esistesse non avrebbe saputo inventare nulla di più pretestuoso di noi, che siamo capaci di ogni volgarità e affronto, di ogni inganno e di ogni tradimento. Ma li vestiamo di virtù immaginarie e ci affanniamo a trovarci un senso: siamo vuoto truccato, bestie crudeli, menzogne senza pudore, senza ali, senza regni. Stringiamo nei pugni i pugni che diamo, schiudiamo le dita macchiate del sangue di altri e diciamo “lotto per il mio niente, che sicuramente vale più del tuo”. E ci sentiamo eroi delle favole che ci raccontiamo per placare gli scrupoli, la vertigine dell’abisso che, sirena, ci richiama ad ogni istante.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: