In a reverie

Io ho imparato a non vivere in me, a lasciarmi andare lontano quando la realtà diventa intollerabile.
È solo la mia mente che vola via mentre fingo di ascoltare, di seguire parabole e precetti, mentre annuisco morendo un po’, mentre dico “certo”, “va bene”, “ok”. Un’abitudine così radicata che non me ne rendo nemmeno conto. Gli occhi restano aperti ma dentro c’è un altro mondo: dentro i miei occhi sto correndo sull’arenile alzando schizzi di sabbia bagnata sui polpacci; dentro ai miei occhi forse è Natale; forse ricordo un abbraccio; forse sono in una macchina a cantare a squarciagola disegnando curve con le mani che seguono l’orizzonte. Forse è la mia anima che scappa, forse è lei che non vuole arrendersi o forse è proprio lei, la vigliacca, che vuole solo fuggire per restare un passo oltre la soglia.
Dicono che si avverta un forte dolore quando l’anima abbandona il corpo. È vero: si stacca dalla pelle come dovesse portartela via. Ma si avverte dolore anche ogni volta faccia ritorno. Perché non va mai via per sempre.
Io, ogni tanto, ci sono: sono finché tu hai voglia di guardarmi, ci sono mentre mi abbracci, perché in quell’istante tutta la mia anima è affacciata ai miei occhi, ogni centimetro di me brucia dentro ai miei occhi. E fa male. Fa male essere dentro un tuo abbraccio, fa male sentirmi vulnerabile, fa male perché, quando l’anima rientra nel corpo lo fa per sentire e gli occhi si inumidiscono di lacrime soffocate mentre penso “mioddio, non guardarmi così, non cercarmi davvero, non toccarmi, non farmi essere così reale”. L’anima che ho brucia nei miei occhi, dove si riflette il mondo, quel mondo che non è perfetto, quel mondo in fiamme solo per me.

Tagged , , , , , ,

3 thoughts on “In a reverie

  1. Topper says:

    Non si avverte alcun dolore quando l’anima abbandona il corpo. Perché si è morti.
    Il dolore lo avvertono coloro che ci hanno abbracciato. Perché non possono più farlo.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: