Aenemy

Il 20 aprile è stato l’anniversario, l’anniversario degli errori e del mondo che va al contrario, l’anniversario di un barlume di lucidità in un appannato disordine. Il 20 aprile è stato l’anniversario del mio suicidio. Non mi chiamavo ancora Biancaneve ma Enemy. Tutto il resto era più o meno come è ora. Avevo più coraggio, allora però, avevo quella forza che gli anni successivi mi hanno succhiato via. Non abbastanza forza, certo, perché sono ancora qua. Ma se non festeggio il mio anniversario come vorrei non è certo perché oggi non lo rifarei. Perché lo rifarei, oooh, se lo rifarei. Ma sono diventata più debole e più paranoica ora, avrei paura di sopravvivere e soffrire ancora di più, farmi male e condannarmi a finire i miei giorni come un ammasso di funzioni vitali primarie. È così codardo, vero? Un’aspirante suicida senza nemmeno più aspirazioni. Ecco cosa sono diventata.
Buon anniversario, nemico di te stessa.

Tagged , , , ,

10 thoughts on “Aenemy

  1. Wish aka Max says:

    Io intanto ti abbraccio. Stretta. Poi vediamo.
    0xo

  2. Biny_Black says:

    Immagino che qualsiasi cosa ti scriva non farà altro che spingerti a chiederti nelle tue decisioni, nei tuoi pensieri, nei tuoi sogni.
    Lo immagino si, perché conosco bene anche se sto dall’altra parte.
    Conosco troppo bene, e sono parole che fanno comunque male, anche se sono qua, dall’altra parte.
    Se sono dall’altra parte non vuol dire che non riesca a capirti, non vuol dire nemmeno che sono dalla parte sbagliata.
    Ho un’altra visuale, pur dolorosa, tutto qua.
    Solo una domanda: sei davvero sicura che qualunque sia il motivo ne valga la pena? Sicura che ne valga la pena essere tua nemica? Sicura che ne valga la pena distruggere una così bella persona?
    Spero che la mia domanda, dall’altra parte, ti possa dare un aiuto, positivo, un punto di vista diverso per risollevarti.
    Un bacio, dall’altra parte.

    • Posso chiederti “dall’altra parte” di cosa?

      • Biny_Black says:

        Sono stata una moglie, un’amica, una nipote, una cognata, una figlia, una mamma, dall’altra parte.
        Oggi scrivo pure a te, perfetta sconosciuta, dall’altra parte della linea che ci divide, dall’altra parte rispetto a te, fuori da te, dal tuo mondo, dalla tua vita.
        D’altronde non ci conosciamo, non so chi sei, mi arrivi solo attraverso le tue parole.
        Non ho mai vissuto quello che vivi tu, ho vissuto quello che si vive a stare accanto a qualcuno con qualcosa in comune a te.
        Sono una voce fuori campo che sa parlarti di quello che si prova a stare dall’altra parte.

      • Da qualunque parte tu stia, per me sei qua, ed è l’unica cosa importante per me.

      • Biny_Black says:

        Sono lieta se posso esserti d’aiuto, anche solo un po’.
        Credo nelle strane coincidenze…
        Coraggio! :*

  3. silenthell16 says:

    Viviamo di date, noi tutti lo siamo alla fine dei conti.Belle, brutte o addirittura drammatiche.
    Anche io ho il mio anniversario e dopo anni da quella data di Dicembre mi sono accorta che la morte si è presa tutto di me.Sono qua cercando di fare del mio meglio per non pensarci ma è un pensiero opprimente e onnipresente, anche nei giorni che a me sembrano felici.
    Posso solo dirti che se siamo sfuggite una ragione deve esserci e che dalla morte sei rinata di nuovo.Come l’edera nei muri che pur morendo lascia delle spore nelle crepe.Per me sei la crepa più bella di tutte, volevo lo sapessi.Nessun augurio per oggi, solo la speranza che la tua parola rimanga, così come la tua presenza.
    Ti stringo vicina al mio cuore, quello vero e che ancora batte più o meno.
    Per sempre tua
    Ta
    S

  4. Michele says:

    difficile scrivere qualcosa di sensato, di non melenso o paternalistico, quindi lascio un abbraccio e un sorriso, perché alla fine penso che finché si riesce a sorridere non possa mai andare davvero così male

  5. bestiabionda says:

    aspettavo di abbracciarti per ripassare di quà.
    e adesso ti scricchiolo anche qua, come è giusto che sia.
    Ti voglio bene Bià

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: