.Bevimi.

Fingo di non vedere la luce cambiare il disegno delle ombre. Da qualche parte, in ogni casa, un orologio scandisce pesantemente i secondi nel silenzio profondo. Un fragore feroce mi ottunde i timpani mentre decido di chiudere gli occhi e guardare altrove. Da qualche parte, in ogni casa, quei secondi cadenzati sembrano rallentati dal rincorrersi dei miei battiti. Stringo gli occhi mentre lo stomaco si riempie di un vuoto pneumatico e le forze abbandonano le gambe, giù, fino al tremolio delle ginocchia, più giù, fino ai piedi che vorrebbero sollevarsi. Guardo altrove ma ad occhi chiusi, mi nascondo allo sguardo.

Sono persa, persa, perduta. Sono dannata e mortale: intreccio schizoide di umanità e pudore, ostinata incertezza. Come strada da percorrere, abbandonata, mi sottraggo, faccio ritorno, mi pento, cedo, corsa cieca e languida e poi di nuovo arresto. Ci sono milioni di fili invisibili stretti attorno, tessuti di sogni vissuti a metà, intrecci di dita e sospiri, di occhi e rinunce.

Il desiderio cieco che sui fili danza, vorrebbe rincorrere una luce che non vede ma sente esistere, e nel farlo di tormento arde e anela e poi rischia ancora e ancora di morire per il troppo bisogno di vivere.

Nevicano attese, ogni fiocco piange sé stesso, consistenza di cristallo che si spezzerà sul selciato. E invece atterrare è un abbraccio e dalla gioia arrossisce e si scioglie, perché nel raggiungere casa ha terminato la corsa. Forse sospira e trema prima di lasciarsi andare. Sospira e trema. E chiude gli occhi per non vedersi riflesso nel destino di un altro, nella fragilità di un altro, nell’errore che sarà il diventare acqua e non più cristallo. E bagnare le labbra di chi lo berrà.

Tagged , , , , , , , , , , ,

6 thoughts on “.Bevimi.

  1. el says:

    la bellezza del fiocco di neve è nella sua fragilità come anche nella sua forza. se è solo si scioglie ma se trova altri come lui sa fondersi saldamente.
    mano nella mano, i fiocchi diventano compatti e possono prendere ogni forma, possono essere ciò che vogliono. fragili, delicati ma solidi.
    *scricchiolo

  2. Wish aka Max says:

    sono qui, ma e’ come se non ci fossi. scusami, ti abbraccio e basta.

  3. ricordami come si vive in questo snowglobe fuori dal tempo.
    ricordami come non si scompare.

  4. bestiabionda says:

    c’è chi con la neve ci disegna i sogni.
    non escludo di essere io.
    ma tu ti chiami Bianca Neve…un motivo ci sarà se io con la neve ci disegno i sogni.

  5. Topper says:

    Il fiocco di neve si lascia andare prima di cadere, non quando atterra. Non sospira, non trema. Se non voleva scendere, non lo farebbe. Ma il fiocco di neve che conosco io vuole vivere, andare avanti, stare insieme agli altri e cambiare per diventare qualcosa di migliore.

  6. Topper says:

    Italiano orrribbbile. Se non volesse scendere, non lo farebbe…
    Per dire che c’è sempre qualcuno, come me, che sbagliando sporca il fiocco di neve.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: