E’ presto, dormi ancora un po’

Spalanco gli occhi sulle 5 a.m. mentre un intero mondo, inconsapevole dell’inizio di un nuovo giorno, sogna ancora. Scivolo via dalle coperte, nonostante il termometro oltrepassi i 25° Celsius, perchè io non so cosa significhi non sentire freddo, che la colpa sia da imputare alle nevi perenni racchiuse nel petto o al sangue di lucertola nelle vene o se nasca dal fatto che quando cammino quasi non faccio rumore.

    A volte penso a quanto sia strano non conoscere il suono della mia voce, non sapere quale traccia di sè lasci nelle tue orecchie: se sia basso e caldo come il bollore dell’acqua nella pentola in attesa del tè, se cristallino e fragile come il tintinnìo di campane di vetro nel vento, quali e quanti colori racchiuda, quali e quante stagioni.
    Ti chiederei di descrivermelo, se solo sapessi fermarmi ad una sola domanda.
    Perchè poi non riuscirei a non chiederti come sia avermi accanto, se il mio corpo sia caldo e fragile come quello degli uccelli o alieno e inavvicinabile come quello delle farfalle, cosa si provi a starmi tra le braccia, se sia mai stata capace di trasmetterti amore a contatto o se in me sia riconoscibile solo il fastidio e il sospetto. Chissà se conosci il rumore dei miei passi, se mi senti giungere prima di voltarti, se giochi mai ad immaginarmi prima di vedermi. Chissà se i miei baci hanno il sapore del caffè, un amaro acre che raggiunge il cervello o l’aspra morbida dolcezza dei lamponi…

      Sono un puzzle con troppi pezzi e sono nata già assemblata ma non riesco a stare insieme. Piano piano, una tessera alla volta, mi scompongo. Ed ogni tessera, abbandonandomi, cambia forma e colore. Molte tessere portano il tuo nome o tue espressioni che ho imparato a conoscere, su alcune si incideranno cose ancora ignote che scoprirò di amare. Come quando ti ho visto la prima volta e, pur non conoscendo nemmeno il tuo nome, sapevo già tutto di noi.

Tagged , , , ,

11 thoughts on “E’ presto, dormi ancora un po’

  1. desolate fairy says:

    la notte non è fatta per tutti.
    se nell’insonnia ti serve una mandata di scotch per tenere insieme un po’ di pezzi fai un fischio che te lo porto, così già che ci siamo incolliamo un po’ dei miei specchi rotti🙂

    • Ma più che insonnia è proprio l’impossibilità di dormire oltre le 5 per almeno 3 mesi l’anno, sarà la luce, saranno i cinguettìi e il sonno leggero, non lo so…e a me piace pure, ho sempre pensato che, qualora esistesse la magia, sarebbe concentrata esattamente in quegli attimi che precedono l’alba, quando il confine tra sogno e realtà si fa più sottile.

  2. danielegreco says:

    🙂

  3. Wish aka Max says:

    Da qualche anno seguo il ritmo solare, per cui a meno che non succedano cose strane mi sveglio all’alba. Poi cerco di riaddormentarmi, ma apro gli occhi invariabilmente appena il raggio di luce mi colpisce. Condivido il pensiero sulla magia anche se non è nel post ma in un commento. E non so se te l’ho già detto e se te l’ho già detto porta pazienza che ciònacertaetà, ma tu scrivi in un modo che mi affascina. Mi prendi per mano e mi fai passare attraverso una porticina oltre la quale ci sono mondi insospettati. Era successo con un altro post, mi pare parlassi del caldo? Insomma. Brava. Peccato così corti. Però intense emozioni. Grazie.

    • Eh, guarda, non so se ho abbastanza pazienza, sentirmi ripetere certe cose… e non far caso alla coda di pavone che mi sta frullando dietro la testa! Ripetimelo tutte le volte che vuoi, anche perchè la volta che non lo farai adesso mi prenderà il panico😄 continuerò a ripeterti che non é possibile ricevere commento migliore, che faccia sentire meglio di così. Ma sai che è un post decisamente lungo invece per i miei canoni? Ma ci proverò. Io e il crepuscolo prima dell’alba abbiamo un rapporto particolare: l’elettricità che si avverte in quegli istanti in cui l’aria si fa appena più pungente, nella luce fredda e metallica ancora incolore, quando in quel silenzio sonnolento irrompono d’improvviso i primi cinquettìi e la voce flebile di uno diviene in un attimo un coro di molte voci, è. Magica. Grandiosa. Commovente. Prima o poi scopriró che racchiude un mistero primordiale. Qualcosa di arcano. Almeno per me.

      • Wish aka Max says:

        Un po’ come il raggio verde al tramonto. Si dice che l’ultimo raggio di sole prima della scomparsa definitiva del sole nel mare (io sono tirrenico e per me il tramonto È nel mare) sia di colore verde. Sarebbe interessante scoprire di quale colore sia il primo raggio di sole che dà inizio all’alba.

      • Premettendo che il tramonto nel mare te lo invidio da morire credo sia verde anche il primo. Ma non ne sono certissima perchè stupidamente mi perdo quando guardo arrivare il giorno, vorrei concentrarmi sul sole ma mi distraggo sempre a guardare il cielo, la luce che avanza e poi, a volte, chiudo gli occhi e cerco di sentire l’arrivo del giorno fiutandone l’odore.

  4. Topper says:

    Mi ritrovo spesso in quello che scrivi ma non in come lo scrivi perché non sono all’altezza. Ultimamente anch’io, non so perché, mi sveglio con il primo raggio di sole ma tutta la magia delle sensazioni che ti pervadono io, purtroppo, non la trovo. O almeno la sto trovando adesso, qui.

    • A me piace la tua schiettezza nello scrivere: sei diretto ed incisivo. Io mi perdo in continuazione🙂 Riflettevo che, al di là della magia, non c’è mai traccia di gioia, non mi sveglio allegra come uno scoiattolo (e questa è tua XD), scivolando alla finestra per sorridere al giorno…in realtà le albe sono pesanti, è una magia che si paga a caro prezzo, solo che non se ne conosce l’entità.

  5. quelli che vedi sono solo i primi pezzi del tuo puzzle. Altri li devi ancora raccogliere lungo la tua strada. Occorre fare posto ai nuovi pezzi perché quelli ti terranno insieme facendoti più solida e più vicina a ciò che vuoi diventare. Ogni tessera avrà un colore nuovo fino a comporre un arcobaleno lungo la tua strada. Abbi fiducia in te. Sei un meraviglioso puzzle di cristallo attraverso il quale si riflette la luce del tuo divenire.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: