La velocità del dolore

Ehy.
Sono trascorsi anni e ancora abiti la mia testa. Il tuo inganno come tarlo nelle mie tempie. E poi il nulla. 00:00. Cifre tonde, spazi vuoti, circoscritti, da riempire dei nostri segreti. Avresti dovuto sceglierle meglio le parole. O forse non avresti potuto sceglierne di migliori. Ma non ho saputo cogliere la tua confessione spontanea, l’anticipo di ogni delitto.
Ora io non posso dormire per i troppi coltelli piantati nella mia schiena, un coltello per ogni giorno trascorso con te.
Mi hai insegnato che
il tempo per odiare non finisce mai.
E quel tempo è tutto ciò che mi hai lasciato. Proporzione diretta per attimi di tradimento. E ora vorrei ancora vederti bruciare nella tua poesia, ma non più per me, solo davanti ai miei occhi, mentre ti tengo stretta la mano, perché ancora non so lasciarti andare.
Piangi per me, sdraiati con me, muori con me. Io lo farei.
E ricordati, sempre,
ogni volta che penserai di esserti liberato di me,
che lo scricchiolio che avvertirai dentro il tuo cuore fottuto,
sono io.

E che tu sia maledetto
E.D.

in italic “Speed of Pain” – Marilyn Manson (trad.)

Tagged , , , , , , , , ,

6 thoughts on “La velocità del dolore

  1. Black says:

    “Il mio ruolo è il pensiero malvagio che ti porta via con se.
    Perchè se vuoi i colori, stai attenta a te.”
    [Afterhours – Il mio ruolo]

    Già, quello scricchiolio lo avverto ancora. Di tanto in tanto.
    Ma non gli do peso. Non più. Lo disintegro con le unghie affilate dei pensieri.

    Un sorriso, dolce.

    • Spero sempre rimanga qualcosa di me. Quasi sempre nel bene. In questo caso no. Vorrei essere un carcinoma emozionale, un incontrollabile malessere, una ferita inguaribile, emorragia inarrestabile. Perchè non riesco ancora a liberarmi.

      • Black says:

        Veleno dei Subsonica.
        Si, ho presente. L’ho desiderato e in parte lo desidero anch’io per qualcuno.
        Anche se, a volte, mi sembra di essere la ferita inguaribile di me stessa. Ma questo non c’entra.

        Un bacio

  2. silenthell16 says:

    E’ tutto qui.

    Sei immensa e mi sei dentro più di quanto potrai mai sapere.

    la tua
    S.

  3. “I hope at least we die holding hands for always”

    quando scopri come superarla compra un biglietto anche per me. sarò tua compagna di viaggio verso l’ignoto.

  4. silenthell16 says:

    Passo e ti lascio un abbraccio stretto, come due foglie nella tempesta.

    la tua
    S.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: