I’ve got you under my skin

Un nodo stretto alla base del cranio, gomma stretta tra i denti, brividi che scorrono inarrestabili sotto il metallo, carne intrappolata nel disegno delle corde sulla pelle. Nella mia testa sei un disegno confuso. Sei il sapore che la mia lingua detta al cervello, il suono che rimane sottraendo il silenzio, freddo metallo chirurgico sulla labbra. Petali di labbra calpestati, i segni di una colpa ancora livida, alfieri di un peccato incompiuto, un desiderio inespresso – sottopelle – un’emozione frammentata nel liquido discendere delle ore, dal calare delle tenebre all’alba, tra profondità inesplorabili e intimità comuni. Deriva di tutti i sensi nata dalla consapevolezza dell’errore, un mio grido soffocato, una violenza dolce come mancata gravità, fluido cercarsi che porta al nulla, vertigine intensa che spezza ogni equilibrio. Corrodi i miei alibi e poi mi lasci innescata ed inesplosa, un relitto sospeso tra nastri di seta, saliva e lenzuola, fantasia svelata e nascosta, corpo di tela bagnato di inchiostro e nuvole, ma dall’anima nera di piombo.

Sono le 3 a.m.. Lo saranno per sempre.

Tagged , , , , , ,

21 thoughts on “I’ve got you under my skin

  1. silenthell16 says:

    Dicono che non ci sia redenzione per le anime nere.Dicono un sacco di cose, e io non ho mai creduto a niente, tu lo sai.
    A volte vorrei solo avere ancora l’illusione che sia solo colore e plastica.Dicono anche, che l’illusione può bastarti per una vita.
    Putroppo non è così che gira, nel mondo reale.

    ti abbraccio e ti bacio fortissimo.

    la tua
    S.

  2. silenthell16 says:

    E’ bello sentirsi sempre a casa qui.Mentre la neve scende, almeno lei non fa differenza e cade su di noi comunque.A lei, non importa quanti peccati abbiamo commesso, cade bellissima per noi e si scioglie.

    ti amo.

    S.

    • Non so dove finisca l’illusione e quale sia il mondo reale. Forse per questo sono solo una Biancaneve senza favola, una suicida senza paradiso. La mia anima è pesante, ruvida, un proiettile da spararmi dritto nelle tempie per ricordarmi ogni tanto di vivere. È reale tutto questo? Mi commuove come se lo fosse, mi strazia come se la mia anima ne soffrisse, ottunde quel dolore che non saprei sostenere. Ed io sono reale? Sono bianca come la neve e nera come il peccato, sono morta eppure sono qui, cerco ovunque un posto da chiamare casa ma tu la trovi tra le mie parole. Quindi, forse, anche questa casa è reale. Nascosta da qualche parte della mia mente. Sotto questa neve straniera che mi porta via da tutto. Forse mi scioglierò con lei, forse rimarrò per sempre inverno.
      Ma tu sai che ci sono, sorella mia.
      Silente come il gelo o teatrale come una tempesta.
      Ci sono. Ritorno. Non dimentico.
      Come la neve.

      *

  3. TRIPLOMALTO says:

    10 punti per la cover dei Seether

  4. Topper says:

    Non le sono stato vicino come avrei voluto, tanta è stata la sorpresa terribile di quella mattina. Immagina la scena: splendida notte del 31 insieme dopo una bellissima festa, risveglio a casa mia a causa di una telefonata tremenda. Intendevo dire che qualsiasi cosa avessi fatto o detto non sarebbe stato comunque sufficiente.

  5. Topper says:

    Sei come la neve che vedo scendere qui. E così come posso guidarla con il mouse, per quanto posso fare impedirò che si sciolga.

  6. Augurandoti un buon Natale e un felice anno nuovo, invito te e i tuoi visitatori a votare i migliori film e attori del 2011.

    I MIGLIORI FILM DEL 2011

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: