Sono ferma, fredda, immobile. In attesa.

Sono ferma, fredda, immobile, in attesa, col vestito di seta che accarezza il mio corpo, quello stesso che, dicevi, incantasse gli angeli. Sono pronta, con i capelli raccolti e quelle ciocche scomposte che intrappolavano le tue dita e il tuo respiro. Qualche macchia scura comincia a raccogliersi sotto gli occhi, ma continuo a tenerli aperti, spalancati. Ho freddo e sono stanca ma non voglio muovermi. Non_posso_muovermi.
Sono ferma, fredda, immobile, in attesa, sono una bambola rotta, plastica corrotta, abbandonata a marcire, in attesa del tuo abbraccio. Conservo ancora addosso il tuo odore, come un gioiello sepolto dalla muffa e dalla polvere.
Quando tornerai come farò a sorridere con i denti che non avrò più, quei grandi denti bianchi che rilucevano di gioia verso te, come potrò guardarti con i miei grandi occhi neri, quegli stessi che attiravano baci e carezze solo per me. Quando tornerai non avrò più braccia per stringerti, sono inermi e paralizzate nel vestito della festa ridotto uno straccio sporco.
Sono ferma, fredda, immobile, in attesa, come il mio cuore, divorato dai topi e dal tempo.
Sono ferma, fredda, immobile, in attesa ancora di noi.

Tagged , , , , , ,

7 thoughts on “Sono ferma, fredda, immobile. In attesa.

  1. fammientrare says:

    Come una bambola rotta lasciata nel dimenticatoio di pensieri troppo perversi per trovare una luce nell'ombra di ciò che sei, di ciò che siamo

  2. OrphenLight says:

    Se attendi significa, suppongo, che hai già compiuto il primo passo nella sua direzione. Forse devi compierne un secondo, forse, non posso saperlo, puoi solo attendere.
    In ogni caso ritengo che quando lui avrà ritrovato la sua "bambola" non avrà bisogno di nulla di più di ciò che questa possa offrirgli.

  3. topperblog says:

    Credo invece che tu sia più in movimento di quanto immagini. Non farai 794 chilometri in 23 giorni ma ferma non sei.

  4. Adoro questa canzone.
    Le parole in cardiaco palpito finito.
    L'acida sinuosa pelle
    che infrange nel buio.
    Le iridi spezzate
    in nuove grida.

  5. ripastreghe says:

    A UNA SEMPLICE PROSTITUTA

    Non scomporti – sii a tuo agio con me – sono Walt Whitman, liberale e forte come la Natura,
    e finché il sole non ti eviterà, non sarò io ad evitarti,
    finché le acque non si rifiuteranno di brillare per te, né le foglie di frusciare per te,
    le mie parole non si rifiuteranno di brillare e stormire per te.
    Piccola mia, fisso con te un appuntamento, e ti chiedo di prepararti per essere degna
    di questo incontro,
    ti chiedo anche di essere paziente e pura finché io giunga.
    Per ora ti saluto con uno sguardo eloquente affinché tu non possa dimenticarmi.

    Walt Whitman

  6. FeuFollet says:

    … in attesa di un calore che sappia ardere in eterno… ferma, fredda, immobile. Arriverà?!

  7. Anonymous says:

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: