Sentivo terra fin dentro ai polmoni, come mani amate strette alla gola. Odorava di terrore di casa.
Non volevo fuggire, liberarmi, respirare. Ero lì, immobile ed eterna. E potevo urlare con tutto ciò che ancora sembrava appartenermi, di terra, fango ed ossa. 
30 gabbie ed una sola scimmia, 30 scimmie ed un solo pugno, 30 giorni ed un solo sogno
Cani impazziti si mordevano a sangue e ragni rossi sbocciavano come fiori, ciondolavano come salici senza più lacrime ma gonfi di sospiri.
30 ragni gonfi di nuvole cadono a pioggia bagnano il sale scivolano amare
Sotto i tuoi passi crepitano aghi piantati nelle mie braccia che aprono vene che si gonfiano di ragni rossi e sospiri di vetri infranti di sogni di gloria nell’alto dei cieli
e vengono giù.

Tagged , , , , ,

9 thoughts on “

  1. arrivano all’alto dei cieli.
    e dopo tornano giù.
    bellissima.
    un bacio

  2. Anotherday says:

    Tu invece migliori sempre come cazzo fai ??? ah le soluzioni te le darò quando anche io le avrò !!!

  3. bethmuore says:

    Eh… si va.
    Tra risonanze magnetiche e visite neurologiche. Il responso? Rimandata a fra sei mesi. E no, le allucinazioni non sono causate dalle 4 macchioline che ho nel cervello.
    Uno sballo.
    Per il resto la vita mi va una bomba (periodo felice, questo).

    A te?

  4. T02M3NT3D says:

    ho paura di fare la conta dei danni. Ho paura perchè un’idea ce l’ho già.

  5. LostedSoul says:

    Quello credo non se ne andrà mai…

  6. Grida, gare e fallimenti.

  7. Anonymous says:

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: