Chiunque è solo…

Non è vero che siamo tutti uguali, al massimo siamo simili, fuori.

Fingiamo di essere tutti uguali perché è difficile CAPIRE.

E ci chiudiamo nelle nostre conchiglie, nelle gabbie dei nostri corpi, creando mondi che parlano solo a noi stessi, la nostra lingua misteriosa, il nostro segreto alfabeto.

E la paura di essere diversi ci rende schiavi di una menzogna, tra demoni con ali di carta e chi incolla le proprie alla schiena per celarle agli sguardi, tra principesse gettate nelle strade e bambole incoronate…

E urliamo in silenzio il nostro dolore, nascosti nell’ombra, accechiamo i nostri occhi perché non guardino troppo lontano, culliamo il nostro cuore malato di nostalgia d’amore…

Ps: non so perchè questo post abbia questi caratteri così minuti, non dipende dalla mia volontà! Perdonatemi, anche il mio blog vive di vita propria!

Tagged , , ,

8 thoughts on “Chiunque è solo…

  1. pastrocca says:

    CIAO MI HAI SCRITTO UN COMPLIMENTO SULLE MIA FOTO GHOTICHE..è BELLISSIMO IL TUO BLOG..MOLTO DARK..MI PIACE…PASSA A TROVARMI CAPITO?SEI LA BENVENUTA…UN BACIO NERO..SARA

  2. FuocoGreco says:

    Una glossa a Fango.

    Io lo so che sono solo anche quando non sono solo.

    Ciao.

  3. pesse says:

    fieramente conscio di essere diverso..con tutto ciò che comporta!
    voglio morire per mano mia..e non altrui!!saluti

  4. PeytonS says:

    il mondo è bello perchè siamo tutti diversi….cmq grazie tesoro sei un amore =)
    Un Bacione

  5. ED3N says:

    Spesso… Abbiamo troppa paura che quello che siamo allontani gli altri da noi. Iniziamo a scavarci nella faccia con le mani, costruendoci addosso una maschera di normalità, di silenzi e di sorrisi. Implodendo di continuo dentro di noi. Pochi se ne accorgono. Complimenti, come sempre.

  6. Grazie per tutti i vostri commenti!

    @ED3N: “sempre” potrebbe essere impegnativo! @:)

    @PeytonS:=^.^= ricambio!

    @pesse e pastrocca:Benvenuti!

    @FuocoGreco: e non solo a Lorenzo..

  7. Ang3loN3ro says:

    Tutti uguali e in egual modo diversi.
    Ciò che divide unisce, sempre e comunque. Così com’è vero il suo opposto. Non esiste una scissione perfetta. In mancanza di uno schema o un modello col quale confrontarsi è difficile far distinzione tra uguali e diversi. La domanda sarebbe da cosa? O in che cosa? Si tornerebbe a dover parlare del vecchio concetto di diversità ma sarebbe un lungo inconcludente scontro dove ognuno esprimerebbe teorie contrapposte.

    Ma poi perchè accecarsi gli occhi perchè non vedano troppo lontano?
    Ben vengano le lontane vendute e gli immensi orizzonti. Se c’è un modo di distinguersi è proprio riuscire a guardare oltre, dove altri non vedono.

    Carezza.

    Brian

  8. Gli occhi vedono al di là degli ostacoli, là dove il corpo non può arrivare, intervenire forse, e costringono ad assistere impotenti.

    E’ vero, vedere al di là aiuta a conoscere, ma quanto è frustrante non poter condividere questa conoscenza, ciò che per noi è la realtà, sentirsi sempre i soli abitanti del proprio mondo..

    un battito.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: