Sex and…ambiguity

Lei è alta, molto alta, forse un po’ quadrata, spalle larghe e fianchi stretti, ma bella..veste in modo eccentrico ed elegante. E’ accanto a me in autobus, ma riesce a trattenersi con disinvoltura alle maniglie, al contrario di me che rischio uno stiramento da un momento all’altro. Brusca frenata, la spingo involontariamente. "Mi scusi" le dico, "Niente, tesoro". Ha una voce profonda, un po’ raschiata nei bassi. Il trucco del viso è molto coprente, ma il risultato è comunque uniforme. Sorride. Ha uno sguardo consapevole e sereno. Si conosce profondamente e si piace. Non riesco a non guardarla. Sembra "illuminata" e un po’ la invidio. Porta in giro il suo corpo massiccio muovendolo con molta grazia. E’ femminile, più di me.
Tutto qui.

Tagged ,

2 thoughts on “Sex and…ambiguity

  1. kiz says:

    Fai il viaggio con la Giuditta?

  2. ke sciema!Nn si chiamava Amanda???:)))

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: